pf_aeroplano-carta

Lavorare a 360 gradi
per l’ambiente

0
N. FONDI CON 5 STELLE
0
FONDI ATTIVI NEL TEMA

Come Posso Agire?

La posta in gioco

Lavorare a tutto tondo gli aspetti ambientali significa trattare i temi a carattere generale nonché gli aspetti non direttamente connessi con il riscaldamento globale, la biodiversità e le risorse naturali. 

Si richiamano pertanto dei temi generali legati all’inquinamento atmosferico, trattato in relazione con le energie fossili specialmente nelle zone urbane. S’include in questo capitolo il delicato tema del rischio nucleare, e delle armi non convenzionali (chimiche, batteriologiche e nucleari).

Vengono inoltre analizzati i rischi per l’Ambiente derivanti dal comportamento inappropriato di multinazionali e paesi sovrani, che sono potenzialmente all’origine di danni ambientali importanti : dal mancato riciclo di rifiuti tossici al mar nero, ai danni all’ambiente accettati dagli Stati Nazionali nell’ambito delle loro politiche militari o economiche (prove nucleari, non adesione ai trattati internazionali, etc.)

Per finire, si considerano l’importanza data alle iniziative di Finanza Verde c.d. “green bonds” che hanno per definizione un impatto trasversale sull’intera area Ambientale, in particolare quando seguono gli standards di qualità del CBI e di Luxflag (vedi Labels).

Gli obiettivi di sostenibilità

Gli investitori hanno una grande responsabilità quando partecipano al capitale o al finanziamento di Stati nazionali o di multinazionali che ignorano le tematiche ambientali, questi sono, infatti, all’origine di catastrofi (fughe di prodotti chimici, mar nero).

A questo scopo, i fondi sostenibili si dotano di un complesso sistema di monitoraggio attivo delle situazioni di pericolo. Tramite accordi con terze parti specializzate, ricevono dei “warning” di comportamenti sospetti e possono utilizzare l’arma a loro disposizione: il coinvolgimento del Management e il voto in Assemblea. Con l’aiuto di Fondazioni e Istituzioni specializzate, ottengono delle informazioni sulle azioni principali condotte dalla Società Civile verso i gruppi multinazionali e quindi decidono la miglior condotta da tenere.

Con riferimento agli Stati Nazionali, vengono attuate altresì delle esclusioni e delle pressioni, il cui successo è proporzionale al fabbisogno finanziario degli Stati nazionali.

Le strategie di gestione

I gestori di fondi sostenibili utilizzano diverse strategie di gestione:
L’approccio per Esclusione: le esclusioni sono soprattutto relative a due aspetti: la mancata ratifica del trattato internazionale di non proliferazione del nucleare, e il settore delle armi non convenzionali. Inoltre, vengono sanzionate le società e gli Stati complici di disastri ambientali o di progetti a rischio a 360 gradi per l’Ambiente.
L’approccio Tematico: i fondi dedicati ai “green bonds” sono stati introdotti recentemente e raggruppano delle soluzioni d’investimento dedicate all’economia Verde. I fondi richiedono spesso alle società dove investono di seguire degli standards di trasparenza riconosciuti a livello Mondiale, come in particolare il modello dell’ICMA.
Si può anche seguire i fondi tematici legati alle nuove generazioni, che spesso includono un capitolo dedicato ai “prodotti green“.
L’approccio Normativo: i fondi fanno particolare riferimento al Global Compact delle Nazioni Unite e al trattato di non proliferazione del Nucleare.
Le Best practice – impact investing: i fondi “ad impatto” allineano i loro obiettivi sugli SDGs dell’ONU e ricercano dei progetti ad impatto nell’intera area ambientale, senza limitazioni.
L’engagement: ovvero la militanza attiva nei consigli di Amministrazione o durante le assemblee delle società responsabili di danni all’ambiente, perché prendano dei provvedimenti. Si osserva che questa pratica ancora stenta ad essere applicata nei confronti degli Stati Nazionali, anche per mancanza d’informazioni e di mezzi di pressione sufficienti.

Criteri e risultati

Utilizziamo attualmente 15 criteri per valutare l’azione dei fondi relativamente all’ambiente in generale.

Quasi tutte le società sono oramai attive nell’ambito dell’engagement, poiché è incoraggiato dai poteri pubblici nell’UE.

C’è anche una grande maggioranza di società che ha allineato la sua condotta sul Global Compact delle Nazioni Unite. Alcuni, attraverso una partecipazione diretta (membership), altri previa un processo di esclusione automatico delle società che infrangono i principi del Global Compact.

Infine, relativamente al tema controverso del rischio nucleare e delle armi non convenzionali, sono numerose le iniziative per mettere al bando le società che commercializzano o producono questo tipo di armi.

landscape-device

Per una migliore lettura dei dati, per favore ruota il tuo dispositivo.

I 5 Fondi azionari sostenibili più redditizi attenti alle altre tematiche ambientali :

type_name_it Classificazione instrument_id isin masterisin Fondo Divisa ESGAP class_type Tema Cod_impatto Area Intensità Performance RIschio Performance 6 mesi Performance 1 anno Performance 3 anni

I 5 Fondi obbligazionari più redditizi attenti alle altre tematiche ambientali :

type_name_it Classificazione instrument_id isin masterisin Fondo Divisa ESGAP class_type Tema Cod_impatto Area Intensità Performance RIschio Performance 6 mesi Performance 1 anno Performance 3 anni


I 5 ETF sostenibili più redditizi attenti alle altre tematiche ambientali :

type_name_it Classificazione instrument_id isin masterisin Fondo Divisa ESGAP class_type Tema Cod_impatto Area Intensità Performance RIschio Performance 6 mesi Performance 1 anno Performance 3 anni

I 5 fondi tematici sostenibili più redditizi attenti alle altre tematiche ambientali :

type_name_it Classificazione Tema instrument_id isin masterisin Fondo Divisa ESGAP class_type Cod_impatto Area Intensità Performance RIschio Performance 6 mesi Performance 1 anno Performance 3 anni
Raccomandazioni