dreamstime_158676660_petrolio

Escludere le energie fossili

0
FONDI MONITORANO LE ENERGIE FOSSILI
0
FONDI ESCLUDONO IL PETROLIO E IL GAS
0
FONDI ESCLUDONO IL CARBONE E GLI ALTRI INQUINANTI
0
FONDI ESCLUDONO LE ESTRAZIONI NON CONVENZIONALI
0
FONDI ESCLUDONO L'ELETTRICITA' DA ENERGIE FOSSILI

Come Posso Agire?

La posta in gioco

Le energie fossili sono prodotte grazie a miscele di idrocarburi formatesi a seguito delle trasformazioni geologiche avvenute nel corso di milioni di anni, sono definite “energie non rinnovabili” proprio perché il processo di trasformazione geologico è talmente lungo da non poter permettere all’essere umano di aspettare la loro nuova formazione. Per energie fossili intendiamo:

  • quelle derivanti dalla combustione del carbone o di altri materiali inquinanti quali le sabbie bituminose
  • quelle derivanti dallo sfruttamento del petrolio
  • quelle derivanti dallo sfruttamento dei gas naturali
Le visioni di sostenibilità

I combustibili fossili rappresentano la più grande fonte che contribuisce all’aumento di gas serra ed emissioni. Infatti, quando vengono bruciati per la produzione di energia, liberano nell’atmosfera grandi quantitativi di CO2 con conseguenze altamente negative sull’ambiente.

  • Carbone: il combustibile fossile più inquinante (responsabile per circa la metà delle emissioni di gas serra nel mondo). E’ nocivo per l’ambiente e per gli esseri umani: la sua combustione, infatti, oltre alle emissioni di CO2, genera anche polveri sottili altamente dannose per gli organismi.
  • Petrolio: il combustibile fossile più utilizzato e, nonostante sia meno inquinante del carbone, comunque genera un forte quantitativo di emissioni. Dietro all’utilizzo del petrolio con la finalità di produrre energia e carburante troviamo forti interessi, sia commerciali sia politici, che lo rendono una fonte di energia al centro delle convenienze di molti Paesi.
  • Gas naturali: senza dubbio i meno inquinanti tra i combustibili fossili. Sono comunque responsabili di un certo quantitativo di emissioni (circa il 70% in meno rispetto al carbone).
Le strategie di gestione

Il tema delle energie fossili viene affrontato principalmente attraverso l’approccio per esclusione e quello normativo:

L’approccio per esclusione comporta:

  • L’esclusione degli investimenti in società legate alla produzione, alla vendita o alla conversione di energie fossili
  • L’esclusione degli investimenti in progetti legati a ogni tipo di estrazione non convenzionale

L’approccio normativo è legato alla partecipazione, sottoscrizione o promozione da parte delle società dei principali accordi internazionali in materia:

  • Carbon Discolsure Project (CDP);
  • Accordo di Parigi sulla preservazione del clima
  • Carbon Pledge di Montreal il cui obiettivo è quello di quantificare e gestire gli impatti, i rischi e le opportunità legati al carbonio e al cambiamento climatico negli investimenti e per farlo richiede la misura dell’impronta di carbonio di ogni firmatario
Risultati ed osservazioni

I risultati delle nostre analisi evidenziano che il 90% dei fondi escludono uno o più aspetti legati a sfruttamento, vendita o produzione di combustibili fossili.

  • il 84% dei fondi esclude gli investimenti in ambito di produzione o sfruttamento dell’energia tramite carbone o altri inquinanti
  • il 57% dei fondi esclude gli investimenti in ambito di produzione o sfruttamento dell’energia tramite petrolio o gas naturali
  • il 54% dei fondi esclude ogni tipo di attività legata all’estrazione non convenzionale di materie prime
  • il 55% dei fondi esclude ogni tipo di produzione o conversione di energia elettrica tramite combustibili fossili
landscape-device

Per una migliore lettura dei dati, per favore ruota il tuo dispositivo.

Alcuni fra i migliori fondi che escludono il petrolio e il gas:

Alcuni fra i migliori fondi che escludono il carbone e le altre fonti inquinanti:

Alcuni fra i migliori fondi attenti alle tecniche di estrazione:

Alcuni fra i migliori fondi che escludono l’elettricità a base di energie fossili:

Raccomandazioni